Timidezza

Gli indicatori fisiologici e i comportamenti manifestati dalle persone timide, sono molto spesso un arrossimento del viso, per comunicare agli altri la difficoltà (non mi mettere in difficoltà o peggio ancora non mi aggredire a livello verbale o relazionale…). Un eloquio traballante e tremolante. Una postura insicura e uno sguardo basso per non correre il rischio di essere valutato negativamente dagli altri. Questi segnali comunicativi di tipo linguistico e meta linguistico non verbale, sono l’espressione più o meno consapevole di voler dimostrare i propri sentimenti e il proprio stato emozionale di imbarazzo o vergogna. La persona timida tende ad avere un arausal alto (una soglia base della propria attività mentale corrispondente alla vigilanza nei confronti dell’ambiente e del proprio stato fisico e/o mentale). La persona timida si percepisce molto spesso inadeguata alla situazione che sta sperimentando e le emozioni e i sentimenti corrispondenti sono molto spesso di sfiducia nelle proprie capacità.


Designed & Developed by Digiting srls