Passività e Aggressività

Probabilmente quando si parla di aggressività, passività, vittimismo, colpevolizzare un’altra persona, nessuno di noi si riconosce in questi aggettivi. Questo articolo ha lo scopo di descrivere cosa succede alle persone che in alcune situazioni mettono in atto risposte cognitive-emotive-comportamentali nei confronti degli altri.
Il vittimismo molto spesso è lo sfogo del malessere della persona passiva. Quando vi è una reazione, è di solito aggressiva e difficilmente controllabile e spesso viene diretta verso un altro passivo, colpevolizzandolo e mortificandolo. Per evitare questo, è importante esprimere i propri stati emotivi, anche se questi sono negativi, cosicché l’altro sappia che anche noi abbiamo dei bisogni. Infatti la tendenza delle persone passive è quella di annullare i propri bisogni per l’altra persona. Questa tendenza è amplificata nelle relazioni di coppia e famigliari, dove per essere amati e accettati incondizionatamente dall’altro, il passivo concede completamente se stesso all’altro (questa tendenza è alimentata molto spesso dalla paura di rimanere da solo e di non essere amato o accettato). La persona passiva cerca delle soluzioni che lo portino a breve termine in uno stato di benessere immediato.
Anche le emozioni negative, per quanto sofferenti esse siano, sono utili per la persona per modulare i comportamenti (altrimenti qual’è il motivo per cui abbiamo due sistemi emotivi, uno negativo e uno positivo se vogliamo utilizzarlo sempre e solo uno, ossia quello positivo?). L’emozione negativa può essere considerata un segnale che ci permette di vivere per esempio l’emozione di ansia e odio quando riconosciamo dei pericoli o rischi nell’ambiente e nelle relazioni sociali in generale.
L’aggressivo deve mantenere il proprio valore svalutando gli altri. L’aggressione permette di liberarsi dall’ansia dovuta alla frustrazione, mal volentieri tollerata dalla persona aggressiva. Una delle vie maggiormente utilizzate, è escludere i bisogni degli altri. Anche se non siamo delle persone aggressive, capita in alcune situazioni in cui ci sentiamo vulnerabili, di reagire in maniera aggressiva, ovvero abbiamo avuto l’intuizione di non essere valido e adeguato in quella particolare situazione e per difenderci da queste lacune mettiamo in atto comportamenti aggressivi. Se ci sentissimo realmente superiori e autonomi rispetto agli altri, non continueremo a calpestare l’altro perché non lo vedremmo come una minaccia.


Designed & Developed by Digiting srls